Teatro Trianon Viviani

Stanza Magica della canzone e Stanza della Memoria

Teatro Trianon Viviani

Ringrazio la Scabec e il suo presidente Antonio Bottiglieri, per l’attenzione e la professionalità dimostrata fino a oggi. Con loro, e con il prezioso aiuto del professore Pasquale Scialò e la dottoressa Maria Antonia Gregorio, stiamo lavorando per creare un piccolo museo virtuale, ideato da Bruno Garofalo e Marisa Laurito, all’interno del teatro Trianon Viviani: la Stanza delle Magie della Canzone napoletana, dove il pubblico vivrà palpabili emozioni attraverso la straordinaria forza musicale dei nostri grandi autori e cantanti, con suoni, immagini e scritti legati all’ascolto dei capisaldi della storia della nostra musica amata tanto anche all’estero.

Un altro spazio in teatro, al primo piano, accoglierà la Stanza della Memoria, un archivio dove gli addetti ai lavori e il pubblico potranno navigare tra spartiti e copielle, e andare alla ricerca di autori, musicisti, cantanti che hanno attraversato e che popolano oggi il mondo della musica napoletana.

Non posso dimenticare di ringraziare Antonio Parlati, direttore della prestigiosa sede della Rai di Napoli, per averci dato la possibilità di custodire e inaugurare pubblicamente il videobox digitale dell’Archivio della Canzone napoletana, realizzato in collaborazione con il Centro nazionale delle ricerche, che ogni mese avrà un incremento di videoclip e brani musicali, presi dallo straordinario e immenso repertorio della Rai.

Marisa Laurito
direttore artistico

la stanza delle magie della canzone napoletana

La stanza delle magie della canzone napoletana non è un luogo fisico, ma piuttosto uno spazio virtuale per offrire al pubblico tutta la ricchezza del panorama musicale che si è sviluppato tra i vicoli di Napoli e le emozioni che i grandi classici napoletani sanno evocare. L’iniziativa che il teatro Trianon Viviani intende realizzare nasce dal presupposto che Napoli vanta una lunga e rinomata storia musicale e può fregiarsi di grandi nomi di artisti, che hanno fatto conoscere la musica partenopea anche all’estero, primo fra tutti Enrico Caruso.

la Stanza della Memoria

da un’idea di Marisa Laurito
a cura di Bruno Garofalo e Marisa Laurito
realizzazione Scabec

Nello sguardo a tutto tondo sulla Canzone napoletana, il Trianon Viviani affiancherà all’attività di produzione e distribuzione musicale e teatrale quella di documentazione, avvalendosi delle più moderne tecnologie di fruizione.

La sala Enrico Caruso, al primo piano del teatro, diventerà la Stanza della Memoria, il luogo dell’evocazione poetica e didattica della Canzone napoletana, dove gli studiosi e gli appassionati potranno fruire in modo emozionale di questo bene culturale tanto amato anche all’estero.

Qui potranno consultare una documentazione artistica e didattica dei momenti più importanti e affascinanti, delle più indicative e significative opere musicali napoletane.

Il pubblico potrà inoltre consultare un database sulla storia della canzone napoletana, con il quale approfondire la conoscenza di autori, cantanti e poeti, di ieri e di oggi, con installazioni che permetteranno ricerche documentarie e ascolti mirati.

Teatro Trianon Viviani
Teatro Trianon Viviani
Abilita le notifiche    OK No, grazie