Teatro Trianon Viviani

Trianon opera. Tra pupi, sceneggiata e belcanto

Trianon opera
Tra pupi, sceneggiata e belcanto

spettacolo di Roberto De Simone

messa in scena Roberto De Simone e Davide Iodice

prima assoluta – produzione Trianon Viviani e Napoli teatro festival Italia

Teatro Trianon Viviani

Trianon Viviani e Napoli teatro festival Italia

presentano

uno spettacolo di Roberto De Simone

Ninna nanna a Gesù bambino

mottetto pastorale Quem vidistis pastores? di Carmine Giordano (1737)

nonna a voce sola con cori e più strumenti obligati Oh stupor oh portentum mottetto pastorale di Giovanni Paisiello (prima esecuzione moderna)

intermezzi da Il vero Lume tra l’ombre di Andrea Perrucci (1698)

revisione dei mottetti e trascrizione fonetica degli intermezzi Roberto De Simone

messa in scena Roberto De Simone e Davide Iodice

con (in o.a.) Luca Lubrano, Benino | Antonio Buonomo, Armenzio | Pino Mauro, san Giuseppe | Michele Imparato, Maria | Rosario Toscano, Belfagor e Oste | Veronica D’Elia, Gabriello, Sibilla e Viandante | Oscar Di Maio, Razzullo | Biagio Musella, Pescatore

direzione musicale di orchestra e coro Alessandro De Simone

orchestra la Nuova polifonia

coro Jubilate Deo

organizzazione della parte musicale Elsa Evangelista

scenografia storica Raffaele Di Maio

scenografia Giovanni Vallifuoco

costumi Giusi Giustino

organizzazione Trianon Viviani

prima assoluta

Roberto De Simone torna al Trianon dopo la direzione dello spettacolo che inaugurò nel 2002 la riapertura della storica sala restituita alla funzione teatrale.

Con Davide Iodice firma la messa in scena di Ninna nanna a Gesù bambino, un rituale di sacralità autenticamente popolare e sunto pedagogico di una “teatralità s-concertante”, che fa scuola.

L’opera coniuga la radicalità delle tradizioni dei popoli, con la complessità polisemica di partiture “orfiche”, che ritrovano suono e senso nell’orecchio assoluto e assolutamente contemporaneo di De Simone.

Ninna nanna a Gesù bambino si origina da una trascrizione fonetica de Il vero Lume tra l’ombre, ovvero La Cantata dei Pastori del padre gesuita Andrea Perrucci, restituendo a questo mottetto, forme e sonorità che le molte volgarizzazioni successive hanno corrotto in una fraintesa declinazione del termine “popolare”.

Questa cultura “originaria”, mitica, simbolica ed epica, insuffla il lavoro che De Simone e Iodice hanno architettato, con un’équipe di collaboratori eccellenti e di interpreti che ne incarnano il sentimento in maniera autentica e non mediata.

date

Venerdì 25 Dicembre
Sabato 26 Dicembre
Domenica 27 Dicembre
Martedì 29 Dicembre
Mercoledì 30 Dicembre
Venerdì 1 Gennaio
Sabato 2 Gennaio
Domenica 3 Gennaio
Giovedì 1 Gennaio